Puoi combattere lo stress da regali natalizi

Scritto da Simona

Da 25 anni aiuto le persone a scegliere il gadget personalizzato efficace. Sul sito www.tuologo.com rispondo a domande e problemi quali la scelta del gadget in base alle tempistiche dell’evento, all’originalità, al budget, al logo.

Si avvicina il tempo di programmare la scelta dei gadget aziendali di cui fare omaggio per Natale a tutte le persone e le aziende che entrano in contatto con la nostra realtà.

 

E’ il momento di capire le nuove tendenze, essere creativi e scegliere un oggetto in grado di parlare di noi e del nostro marchio e contemporaneamente di essere gradito a chi lo riceve.

 

La pianificazione di tutti i giorni, già densa di obiettivi, scadenze a breve o lungo termine, appuntamenti e riunioni, si fa sempre più intensa mano a mano che si avvicina il periodo natalizio. E’, questo, un momento pieno di faccende da sbrigare, impegni da assolvere, incombenze da portare a termine.

 

E’ scientificamente provato: il Natale è in grado di causare un forte stress a livello personale ed aziendale. A livello personale, perché porta l’individuo a sentirsi obbligato a vivere le feste con animo lieto e spensierato, quando invece interiormente si possa sentire sconfortato e privo di energia.

A livello aziendale, perché gli impegni e le scadenze si accumulano e diventa necessario moltiplicare le forze per far fronte a necessità e scadenze improrogabili.

 

Lo stress, è risaputo, è un sentimento che, quando rimane entro certi limiti, porta effetti positivi perché stimola l’azione e permette l’eccellenza: in questo caso, viene definito EUSTRESS, letteralmente “stress benefico”.

 

Ma quando gli impegni diventano eccessivi ed il corpo non riesce a far fronte alla stanchezza, è in quel momento che bisogna correre ai ripari e rallentare il ritmo. Il periodo natalizio è del secondo tipo. Aggiungiamo il fatto che la pianificazione dei regali aziendali di solito non è semplice: scegliere un regalo raffinato o casual? Quali sono le tendenze del momento? E’ bene fare omaggi che soddisfino il fattore estetico o che presentino indubbi vantaggi funzionali?

 

La scelta non è facile, soprattutto perché le opzioni sono pressochè infinite. A meno che non si abbia già un fornitore che si occupi del brand aziendale e che sia in grado, con un occhio alle nuove tendenze, di elaborare autonomamente le esigenze del committente, di solito si procede a caso, scegliendo gadget personalizzabili di quantomeno dubbia qualità.

 

Nel catalogo di Tuologo c’è un’ampia selezione di proposte di regali natalizi realizzati con materiali di qualità ed esteticamente molto gradevoli. Combatti lo stress causato dai regali natalizi affidandoti a dei professionisti, come noi, che ti aiutano a scegliere e personalizzare l’omaggio più adatto alle tue esigenze in modo soddisfacente e senza tensioni.

Ti potrebbe anche interessare…

10 incentivi emotivi per ottenere pubblicità gratuita dal passaparola

10 incentivi emotivi per ottenere pubblicità gratuita dal passaparola

Non è una novità dei giorni nostri l’uso e la validità del passaparola per raggiungere i propri obiettivi aziendali: incremento vendite, allargamento della community, ecc. Tradizionalmente il passaparola veniva diffuso “a voce” da una persona all’altra sulla base di una raccomandazione e di una relazione personale basata sulla fiducia. Ora, nel nostro mondo iperconnesso a livello globale, si aprono un ventaglio di possibilità creative ed efficaci per ottenere visibilità e rafforzare il nostro brand.

Incentivi economici per ottenere pubblicità gratuita dal passaparola

Incentivi economici per ottenere pubblicità gratuita dal passaparola

Per un’azienda, vale la pena di investire tempo e denaro nella pianificazione di una strategia di passaparola che, anche attraverso l’attribuzione di incentivi ai clienti, riesca a creare una pubblicità positiva intorno al brand e generare risultati?
Per moltissime aziende a livello globale, oggi la risposta è Sì.
L’efficacia di tali strategie è sempre garantita?
I risultati possono essere sicuramente notevoli – moltissime ricerche nell’ultimo decennio lo provano – se evitiamo di commettere alcuni tra gli errori più comuni.
Il marketing del passaparola è, tra l’altro, relativamente meno costoso di altre forme pubblicitarie sebbene sia necessario considerare sempre un investimento in termini di tempo ed economico (acquisto software, servizi e premi).

Ecco perché il passaparola per molte aziende non funziona

Ecco perché il passaparola per molte aziende non funziona

Diverse ricerche realizzate negli ultimi anni, confermano che quasi la metà delle aziende a livello globale fa abitualmente affidamento su strategie di passaparola, per aumentare le vendite o generare lead. Un colosso mondiale come Starbucks ha perfino scelto di non investire in forme di pubblicità tradizionale puntando sulla creazione (perlopiù sui social) di quel “senso di comunità” che ha reso sempre più attivi i suoi supporter. Negli ultimi decenni sono stati condotti moltissimi studi sul marketing del passaparola.