Immergi il tuo cliente nella realta’ virtuale VR

Scritto da Simona

Da 25 anni aiuto le persone a scegliere il gadget personalizzato efficace. Sul sito www.tuologo.com rispondo a domande e problemi quali la scelta del gadget in base alle tempistiche dell’evento, all’originalità, al budget, al logo.

Il 2016 è sicuramente l’anno che vedrà la diffusione capillare della VR Virtual reality, con i relativi visori per realtà aumentata.

La realtà virtuale è il settore che ha catalizzato l’attenzione (e gli investimenti) non solo di Facebook (che ha acquistato Oculus VR). Infatti, se su Facebook è ora possibile vedere video a 360° (anche se per ora solo su dispositivi Android e PC), Google e YouTube offrono un’ampia galleria di video e ogni giorno nascono nuove app e giochi.

Naturale che il gadget tecnologico più richiesto sia il visore che trasforma le immagini dello smartphone, trasportando l’utente in un mondo 3D.

Prodotto in cartone, in 20 giorni a partire da soli 100 pezzi, il visore ha un basso impatto ambientale.

Adatto per tutti i modelli di smartphone e utilizzabile anche da chi porta gli occhiali, il visore personalizzato in quadricromia su tutta la superficie è un gadget adatto a un pubblico eterogeneo, come gift o inserito in un direct mailing.

E’ notizia di questi giorni che MSC CROCIERE abbia lanciato il proprio catalogo immersivo.

Per contatti Tuologo www.tuologo.com[email protected]

Ti potrebbe anche interessare…

10 incentivi emotivi per ottenere pubblicità gratuita dal passaparola

10 incentivi emotivi per ottenere pubblicità gratuita dal passaparola

Non è una novità dei giorni nostri l’uso e la validità del passaparola per raggiungere i propri obiettivi aziendali: incremento vendite, allargamento della community, ecc. Tradizionalmente il passaparola veniva diffuso “a voce” da una persona all’altra sulla base di una raccomandazione e di una relazione personale basata sulla fiducia. Ora, nel nostro mondo iperconnesso a livello globale, si aprono un ventaglio di possibilità creative ed efficaci per ottenere visibilità e rafforzare il nostro brand.

Incentivi economici per ottenere pubblicità gratuita dal passaparola

Incentivi economici per ottenere pubblicità gratuita dal passaparola

Per un’azienda, vale la pena di investire tempo e denaro nella pianificazione di una strategia di passaparola che, anche attraverso l’attribuzione di incentivi ai clienti, riesca a creare una pubblicità positiva intorno al brand e generare risultati?
Per moltissime aziende a livello globale, oggi la risposta è Sì.
L’efficacia di tali strategie è sempre garantita?
I risultati possono essere sicuramente notevoli – moltissime ricerche nell’ultimo decennio lo provano – se evitiamo di commettere alcuni tra gli errori più comuni.
Il marketing del passaparola è, tra l’altro, relativamente meno costoso di altre forme pubblicitarie sebbene sia necessario considerare sempre un investimento in termini di tempo ed economico (acquisto software, servizi e premi).

Ecco perché il passaparola per molte aziende non funziona

Ecco perché il passaparola per molte aziende non funziona

Diverse ricerche realizzate negli ultimi anni, confermano che quasi la metà delle aziende a livello globale fa abitualmente affidamento su strategie di passaparola, per aumentare le vendite o generare lead. Un colosso mondiale come Starbucks ha perfino scelto di non investire in forme di pubblicità tradizionale puntando sulla creazione (perlopiù sui social) di quel “senso di comunità” che ha reso sempre più attivi i suoi supporter. Negli ultimi decenni sono stati condotti moltissimi studi sul marketing del passaparola.